Export e Mercati asiatici

Export e Mercati asiatici

Il giorno 24 Gennaio, presso la Confartigianato Imprese Macerata, sede di Civitanova Marche, si è tenuto un incontro operativo sulle potenzialità dell’Export verso i mercati asiatici. E’ stato riscontrato un forte interesse da parte degli imprenditori; gli interventi dei presenti hanno evidenziato la consapevolezza diffusa sul fatto che la salute delle Imprese dipenderà sempre più dall’apertura verso mercati esteri.

Nell’ottica dell’Export il Dott. Micozzi, Docente di Marketing presso l’Università Politecnica delle Marche, ha parlato del ruolo chiave dell’Associazionismo; ha inoltre sottolineato che per vendere un prodotto è importante tanto la qualità sostanziale quanto la qualità percepita. E’ stato mostrato il video di un Reality Show cinese che illustra la produzione del vino in Italia. Alcune modelle sono state inviate appositamente nel nostro Paese per raccogliere l’uva a mano e per pigiarla a piedi nudi in piazza ad Offida. Tale manovra pubblicitaria ha portato alla vendita di 150.000 bottiglie di vino marchigiano sulle tavole cinesi.

Il Dott. Sgarbi, proprietario dell’azienda vinicola Santa Cassella di Potenza Picena ha sottolineato il ruolo chiave dell’Associazionismo; l’imprenditore dovrebbe mettere da parte l’individualismo ed iniziare a lavorare in squadra.
La necessità del lavoro di squadra è stato ripreso dal Dott. Rinaldi, incaricato per il nuovo punto di assistenza tecnica aperto dalla Regione Marche a Jinan in Cina, nella provincia dello Shandong. 

Luca Rinaldi ha accennato alle potenzialità del mercato cinese, ed ha affermato che sul mercato cinese del vino predominano la Francia e la Spagna, poichè gli imprenditori di questi Stati hanno beneficiato di una serie di politiche mirate portate aventi nei confronti della Cina dalle Nazioni di appartenenza.

Angelo Centocanti, rappresentante dell’azienda vinicola Belisario, che già da anni frequenta il mercato cinese, ha confermato che la Francia è riuscita a far conoscere i propri prodotti perché si è mossa in maniera massiccia attraverso il Carrefour.

Daniele Macellari, titolare dell’azienda di abbigliameto SVMI-E, e presidente regionale di Confartigianato Abbigliamento, ha affermato che le imprese hanno bisogno servizi concreti, e sarebbe ottimo se la Regione Marche potesse trovare canali distributivi reali per chi vuole esportare.

Daniele Pettinari, responsabile commerciale dell’azienda Monterotti Salumi ha chiesto se in Cina si conoscono il prosciutto o il ciauscolo. Se si vuole esportare, è necessario anche comunicare il valore del prodotto.

Giuseppe Mazzarella ha puntualizzato che i prodotti che arrivano dall’Italia in Cina hanno un prezzo alto per via dei cambi di valuta e dei dazi doganali: sono quindi destinati alle élite;  per la pubblicizzazione possono essere create sinergie attraverso settori produttivi differenti, per comunicare l’idea dello stile di vita e qualità italiana. A questo proposito il 100% Made in Italy può essere vincente.

Giuseppe Mazzarella ha sottolineato inoltre l’importanza dei mercati esteri nell’attuale momento di crisi; ha spronato gli imprenditori presenti ad esplorare i mercati attraverso fiere per acquisire un’esperienza diretta.
Oggi più che mai è necessario sviluppare progettualità con gli enti preposti come Camere di Commercio e Regioni, nonché attraverso la nuova ICE.

SHARE
past event
0